• Via San Gerardo - Sant'Onofrio
  • +39 331 79 14 100
  • info@vigoroldboys.it

    Articoli

    Prima sconfitta stagionale per la Vigor Old Boys.
    In una calda giornata d'autunno i ragazzi di Mister Dileo impattano sull'ostico campo di Davoli Marina contro la Fiorentina bis. L'incontro, seppur giunti soltanto alla terza giornata di un campionato ancora molto lungo, assume le sembianze di una prima resa dei conti per determinare la vetta della classifica degli amatori UISP Catanzaro.

    Alla vigilia, infatti, le due squadre si presentano a punteggio pieno, registrando entrambe due vittorie nelle precedenti giornate. Le assenze forzate costringono gli ospiti a variare il modulo di gioco ma sin dai primi minuti si nota che l'ordine e la disciplina tattica rimangono punti saldi ed ormai collaudati per i "vigorosi", a prescindere dagli interpreti in campo. Dal canto suo la Fiorentina bis si presenta con una formazione valida tecnicamente e certamente basata sull'esperienza dei singoli. Il primo tempo si gioca su buoni ritmi. Le due difese riescono a non concedere spazi e l'unica vera occasione da gol capita ad uno degli attaccanti "viola", il quale, intercettando un sanguinoso disimpegno di uno dei centrali difensivi della Vigor, si invola verso la porta e con un tiro d'interno destro incoccia il palo esterno. Provvidenziale la tempestiva uscita del portiere Petracca a chiudere lo specchio della porta.

    Il secondo tempo inizia sulla falsa riga del primo ma con una Fiorentina bis intenzionata ad alzare i ritmi di gioco.
    Intorno al sessantesimo mister Dileo é costretto a rinunciare per infortunio a Garcea, interprete fino a quel momento di una gara sapiente nel ruolo di vertice basso di un centrocampo a cinque. Il necessario cambio di modulo confonde inizialmente le idee alla Vigor che nonostante ció riesce a contenere gli attacchi avversari ed a proporsi in contropiede con Fragalá, bravo in un paio di occasioni a lanciare Sposato verso la porta avversaria, senza peró creare seri grattacapi alla difesa. Quando a due minuti dal fischio finale il portiere di casa riesce plasticamente a deviare sopra la traversa un colpo di testa dello stesso Fragalá su cross millimetrico di Di Bella, la partita sembra volgere verso un inevitabile pareggio. Ma come giá accaduto nella scorsa stagione, in pieno recupero la Fiorentina Bis trova il tipico gol confusionario in mischia e mette in cassaforte i tre punti che le consentono di conquistare la vetta della classifica in solitaria. Il pareggio sarebbe stato probabilmente il punteggio piú giusto per una partita giocata da entrambe le squadre in maniera corretta e con grande dedizione. La Fiorentina Bis si gode il primato cosciente del lungo e tortuoso percorso che l'attende nel ruolo di capolista e la Vigor Old Boys si impegna a ritrovare il bandolo della matassa sin dalla prossima giornata: ad attenderla la delicata sfida casalinga con la vincitrice della finale regionale  UISP della scorsa stagione, il Lamezia Golfo.

    PAGELLE
    Petracca - 6,5
    S
    icuro nelle uscite e bravo a chiudere lo specchio della porta in occasione del palo colpito dagli avversari sul finire del primo tempo. Nulla puó sul gol subito da distanza ravvicinata.

    Defina - 6:
    solita partita di contenimento basata su concentrazione e determinazione. Qualche disimpegno sbilenco di testa ma pochi pericoli corsi sulla sua fascia di competenza.

    Liberto - 6:
    buona gara caratterizzata dalle solite chiusure arcigne sugli attaccanti avversari, macchiata da un tragico disimpegno che a fine primo tempo ha rischiato di portare in svantaggio la Vigor.

    Artusa - 6,5:
    stringe i denti a causa di un fastidioso mal di schiena e si adatta al ruolo di centrale difensivo con dedizione e tempismo negli interventi. Appare molto concentrato e tutto il reparto ne giova.

    Cannatá - 5,5:
    partita al di sotto delle sue potenzialità sopratutto dal punto di vista tecnico. Riesce comunque ad evitare che gli avversari si facciano pericolosi sulla fascia sinistra.

    Garcea - 6,5:
    alla prima partita da titolare con la Vigor. Il mister lo schiera come vertice basso alle spalle di un centrocampo a quattro e lui riesce ad interpretare con sapienza il ruolo. Il passo non é ancora dei piú dinamici ma tatticamente nulla da eccepire. Peccato per l'infortunio all'inizio del secondo tempo.

    Piperno - 6:
    il tipo di partita ed il ruolo di esterno richiedono uno sforzo fisico non indifferente che lo mette un po' in difficoltà, riuscendo peró a limitare i danni. Utile quando nel secondo tempo gli viene chiesto di giocare come centrale di centrocampo.

    Di Bella - 6:
    partita di sacrificio. Tanta corsa e poche possibilità di giocare palloni puliti. La nuova disposizione del centrocampo gli consentirebbe di avanzare di qualche metro il proprio baricentro ma la partita non gli permette di sperimentare nuove situazioni di gioco.

    Fragalá - 6: ormai il passo e le giocate sono quelle del trequartista. Giocare in posizione più arretrata richiederebbe forse un tocco in meno e nel primo tempo non riesce ad essere incisivo. Nel secondo sembra interpretare meglio la gara e riesce a servire due splendidi palloni in verticale all'attacco. Bello il colpo di testa deviato in angolo dal portiere a pochi minuti dalla fine.

    Menniti - 6,5:
    alla terza partita da titolare inizia a trovare una buona condizione ed a cercare qualche giocata in piú. Piú propositivo nel primo tempo rispetto al secondo.


    Sposato - 6:
    in un paio di occasioni avrebbe potuto essere più concreto nella difesa della palla e nell'attacco dell'area avversaria ma si ritrova a gestire palloni sporchi per novanta minuti, facendo reparto da solo e dovendosi misurare con un muro difensivo preparato sia fisicamente che tatticamente.

    Pisani - 5,5:
    subentra nel secondo tempo come esterno destro di centrocampo. Un po' confusionario nei tempi e nelle scelte di passaggio; in ritardo sulle marcature nella propria zona di competenza. I ripetuti richiami dei compagni e della panchina forse non lo aiutano ma da lui ci si attende di più.

    Minasi - s.v. :
    si mette a disposizione della squadra negli ultimi minuti di gara nel ruolo di terzino destro.

    Dileo F.: 6,5
    la squadra è apparsa motivata e concentrata. L'intuizione di schierare Garcea come vertice basso ed arretrare Fragalà sulla linea dei centrocampisti si rivela azzeccata. al momento la panchina è troppo corta per poter dare una svolta a gara in corso ma l'importante è ottenere il massimo con l'organico a disposizione ed in questa gara nessuno si è affatto risparmiato.

    Pubblicato in Partite

    Contatta il Presidente: +39 331 79 14 100

    Contatore visite

    Chi è on-line

    Abbiamo 20 visitatori e nessun utente online

    Mappa

    © 2017 Vigor Old Boys. All Rights Reserved. Designed By www.alexsitiweb.it - Photographer Emanuele Cannatà