• Via San Gerardo - Sant'Onofrio
  • +39 331 79 14 100
  • info@vigoroldboys.it

    Articoli

    Vigor Old Boys - Borboruso : 2 - 1
    Ci sono partite di calcio che per chi le gioca, e per chi le guarda, rafforzano la convinzione che il calcio sia lo sport più appassionante del pianeta. E questo accade anche nelle piccole categorie, dove più e meno giovani giocano a calcio solo per la passione di farlo.

    La partita di sabato scorso tra la Vigor Old Boys ed il Borboruso è stata davvero una bella gara. Le squadre hanno messo in campo tanto agonismo e personalità, abbinate ad un buon tasso tecnico e ad una buona condizione atletica. A conquistare i tre punti é stata la compagine santonofrese, che trova la seconda vittoria consecutiva e supera in classifica la diretta avversaria.

    Sin dai minuti che precedono la partita si capisce che entrambe le squadre tengono particolarmente al risultato. E i primi minuti di gioco lo confermano. I ritmi sono alti e la Vigor sembra riuscire ad essere più pungente all'attacco. Il Borboruso è ben messo in campo, con una linea difensiva molto alta e uomini di esperienza schierati nei punti nevralgici della squadra.

    Dopo un paio di buone azioni, i "vigorosi" trovano il vantaggio con Lo Gatto che chiude perfettamente una bella trama di passaggi di prima tracciati dal centrocampo biancazzurro. Il Borboruso prova a reagire ma la difesa dei padroni di casa è rocciosa e non sbaglia un intervento. È la Vigor a sfiorare il raddoppio in un paio di occasioni, fermata solo da due ottime respinte del portiere avversario: prima su Tamburro a seguito di una splendida azione corale di squadra; poi su tiro di Sposato, dopo che l'attaccante era riuscito a farsi strada nella difesa degli ospiti.

    La Vigor controlla il gioco con ordine e corsa fino a dieci minuti dal termine del primo tempo, quando il Borboruso aumenta la pressione e trova un calcio di rigore causato da un fallo di mani in area di Fragalà. L'attaccante rossoblú trasforma ed il primo tempo si chiude in parità.

    Nella ripresa mister Di Leo rinuncia all'attacco a due punte e torna al modulo collaudato del 4-4-1-1.

    La squadra interpreta bene il cambio di modulo e gioca costantemente nella metà campo avversaria. A metà del secondo tempo, al terzo tentativo da calcio piazzato, Tamburro riporta in vantaggio la Vigor scavalcando la barriera. Il Borboruso accenna alla reazione ma non sembra avere il potenziale offensivo per impensierire l'ottimo portiere della Vigor. Il rumore della palla che colpisce il palo, su un tiro a porta praticamente sguarnita di Di Bella, rappresenta il gong finale di una bella partita di calcio giocata allo stadio Rizzo di Sant'Onofrio.

    Il Borboruso si è presentato convinto e determinato a non voler perdere, ma nulla ha potuto contro l'intero ambiente di squadra messo in campo dalla Vigor. Settimana prossima turno di riposo per i "vigorosi", a chiusura di un girone di andata che li vede fortemente candidati per un posto nei play-off del campionato amatori UISP di Catanzaro. Si riparte il 3 febbraio.

    Le Pagelle

    Santaguida: 6,5
    Mai decisivo, perchè mai impegnato. "A na certa età unu avi u ma finisci u joca o palluni". Non è il suo caso. Dalla linea di difesa a quella di centrocampo detta i movimenti utili per tenere al meglio le posizioni.
    #PINUUPORTERI

    Artusa: 7
    Terzino destro non per caso, utile la sua corsa, i suoi polmoni, non perde mai il contatto con l'avversario e neanche coi compagni di reparto, ogni tanto nci pista i pedi puru a diji, tanta volontà a disposizione della squadra, ogni tanto fuori posizione, ma solo per il troppo impegno.
    #SEMPREUTILE

    Valenzise: 7
    Ringrazia i compagni di centrocampo, perchè sono loro che costringono gli avversari a lanciare lungo e lui va a nozze, se la ride e sono tutte sue. Non rischia niente, ci mette il fisico quando deve ed ance oggi la pagnotta è meritata.
    #METTICILAMORTADELLA

    Liberto: 7
    Partita perfetta anche la sua, raddoppia come sempre a destra ed a sinistra, ma non sta bene ed il mister lo riserva a battere le rimesse dal fondo (ma solo quello). Dalla terza rimessa dal fondo in poi le batte tutte lui, menomale che non si dedica alle punizioni.
    #APPRENSIVO

    Cannatà: 6,5
    Ci smentisce subito, la prima palla che tocca lo fa DI TESTA!!! Addirittura saltando da terra, qui meriterebbe la standing ovation e la sostituzione, non per toglierlo dal campo, ma per evitare di far partire in contropiede gli avversari un paio di azioni dopo. A parte questa piccola sbavatura, la sua partita è diligente, segue le istruzioni del mister, qualche lancio e buone iniziative.
    #SIMADATEGLIUNABIRRA

    Pezzo: 7
    Non soffre il centrocampo a tre, si dedica molto alla fase difensiva, forse un pò troppo, ma è la spina tecnica nel fianco del Borboruso, qualità al servizio di tutti, tanta corsa e sacrificio. Ma quanto ci è piaciuta la cavalcata e l'assist per il gol del vantaggio.
    #CISEIMANCATO

    Di Bella: 7
    Meriterebbe 6, più avanti capirete, ma nel centrocampo a tre costruito intorno a lui è insostituibile, questa volta sa che la palla la deve passare e la passa al momento giusto e nel modo giusto. Il 6 che meriterebbe? La porta è larga 7 metri ed alta 2,5, come ha fatto, da solo davanti al portiere, sul dischetto, al volo, a prendere il palo!!!
    #LACHIUDOIO

    Lo Gatto: 7
    Il terzo dei tre moschettieri di centrocampo, gli piace, ci ha preso gusto a segnare e regalare prestazioni degne del suo passato. Meriterebbe 8 per la sfuriata stile ventenne quando non gli passano il pallone e lo vedi girare in tondo a centrocampo e pestare i piedi.
    #INDIMENTICABILESCENA

    Fragalà: 6,5
    C'è folla nel centro del campo, non gli importa, anzi, gli piace imbottigliarsi tra gli avversari ed uscirne palla al piede e magari di esterno lanciare qualche compagno, lo sa fare e lo fa, prende calci ed insulti, ma quantu parra! Record mondiale di proteste, che a volte servono, ma non sempre. Lo abbiamo visto dare una mano su raddoppi in difesa.
    #RECORDMAN

    Tamburro: 7
    Tantissima corsa, possesso palla, assist e gol. Ma lasciamo stare i calci d'angolo... meglio le punizioni, se le procura, le batte, una la sbaglia, la prima che è sempre di prova, la seconda la mette dentro e timbra il gol della vittoria.

    Sposato: 6,5
    Spesso è troppo dietro la linea d'attacco e per questo non riesce ad andare in gol ed allora deve serpeggiare tra le gambe degli avversari, sempre con quell'esterno n°45, ma è il portiere che gli nega il gol.
    #LUIFAIGOLPESANTI

    Menniti: 6,5
    Esterno di sinistra, buone incursioni, ma è ancora lontano dalla migliore forma.

    Cammarata: s.v.
    Pochi minuti per meritare un giudizio, l'esperienza non gli manca e si rende utile spezzettando il gioco con qualche fallo intelligente.

    Pisani: s.v.
    Finalmente attaccante!!! Partita finita.

    Di Leo: 8
    Non dorme la notte e poi ti sforna un 4-3-1-2 da sogno che tramortisce gli avversari. Quando il Borboruso capisce come affrontare i vigorosi, eccoti il 4-4-1-1 che ti tramortisce e ti vince la partita.
    #SCACCHISTA

    Pubblicato in Partite

    Nel segno di Fragalà

    Si comincia, l'attesa è finita, al via il campionato amatori UISP stagione 2017/2018 e la Vigor Old Boys di S. Onofrio timbra il cartellino della quarta presenza negli ultimi quattro anni di questo campionato. La squadra del presidente Dileo Giuseppe, vincente lo scorso anno della fase play-off ed approdata alle finali regionali, si presenta allo stadio di casa Rizzo per affrontare gli Amici del Conflenti.
     
    Giornata di sole, un po' di vento e nel gradevole pomeriggio mister Dileo Francesco è fedele all'ormai collaudato 4-4-1-1 e l'ossatura della squadra è consolidata. L'emozione e la paura di non vincere ci regala un primo tempo non bello, con poco gioco  e gli  avversari  avvezzi a lunghi lanci e contropiedi. I ragazzi in bianco e blue royal non hanno comunque grossi grattacapi e regge il muro difensivo, il centrocampo però soffre di sovraffollamento e nervosismo ed il gioco latita, il reparto avanzato è quasi sempre spalle alla porta e nonostante gli sforzi il risultato non si sblocca, qualche tentativo da calcio piazzato e tiro da fuori area. Si va al riposo sullo zero a zero.
     
    Ripresa con più cattiveria da parte dei Vigorosi, finalmente riescono a mettere da parte l'emozione e si inizia a vedere il gioco sulle fasce ed i fraseggi a cui ci avevano abituato ed arriva così il gol del vantaggio, con Sposato Lorenzo che di testa regala un preciso pallone in area e Fragalà Antonio non ha problemi a depositare in rete. Il vantaggio tranquillizza Presidente, Mister e giocatori ed il gioco è ancora più fluido, gli avversari non si presenteranno più in fase offensiva e Sposato, lanciato a rete, viene trattenuto ed atterrato al limite dell'area avversaria, calcio di  punizione. Fragalà, con una complice deviazione, firma il due a zero e la prima doppietta. Da qui in poi girandola di sostituzioni ed i tre punti sono assegnati.
     
    Petracca: s.v.
    Reinizia come aveva lasciato. Inoperoso, se non ordinaria amministrazione. Sporca la divisa solo perché un elefantino gli si siede sopra.
    In pensione.
     
    Defina: 6,5
    Terzino destro diligente, copre la sua zona senza una sbavatura, chi lo guarda da fuori lo invidia e non solo per i suoi capelli bianchi.
    Intramontabile.
     
    Valenzise: 6,5
    Senza nessuno sforzo presidia la zona destra centrale, qualche chiusura, lo si vede rubare palla ed innescare un pericoloso contropiede. Se la prende con un attore avversario perennemente a terra.
    Burdellaru.
     
    Liberto: 6,5
    Centrale difensivo di sinistra, la prima di campionato lo rende teso, nervoso, troppo, se la prende con tutti, vorrebbe spaccare il mondo, menomale si limita ad esagerare solo con l'atteggiamento, perché quando c'è da chiudere, lui ha sempre le chiavi.
    Custode.
     
    Piperno: 6,5
    Terzino sinistro, esterno destro, di nuovo terzino sinistro, dove lo posizioni lui fa sempre la sua figura, come una birra bionda sta bene su tutto.
    Best bravo.
     
    Pezzo: s.v.
    Dello scorso campionato si è trascinato tutto, anche gli infortuni. Dopo 10 minuti ko.
    Sfortunato.
     
    Artusa: 6
    In mezzo al campo c'è confusione, a lui non gli importa nulla, ovunque c'è il pallone interviene, prende calci da tutti senza scomporsi, al quarto fallo consecutivo su di lui vorrebbe mordere anche gli alberi.
    Mastino.
     
    Di Bella: 6
    C'è troppa confusione in mezzo al campo, cerca di tessere le trame di ogni azione ma ovunque vede maglie gialle, alla fine, in confusione, crede che siano suoi compagni. Nel secondo tempo c'è più spazio ed allora illumina.
    Lampada led.
     
    Minniti: 6
    Qualche sgroppata gli riesce, soprattutto nel secondo tempo, è comunque un terzino, cerca di adattarsi, l'impegno non manca.
    Umile.
     
    Fragalà: 7
    Non la sua migliore partita, è sempre lui che aiuta i compagni col suo possesso palla, meno assistman del solito, praticamente non azzecca un assist, ma non perdona davanti al portiere e dalla sua piastrella. Doppietta. Ma quantu parra...
    Supereroe.
     
    Sposato: 7
    Riapre l'officina. Sportellate con tutti, giovani, poliziotti, anziani, nani e giganti. Non gliene frega nulla, lui fa reparto da solo, in 4 si preoccupano di lui e l'operaio vigoroso di testa manda Il compagno di reparto in rete. Lanciato in contropiede lo devono abbattere, da quella piastrella arriva il due a zero.
    Carrozziere corazzato.
     
    Cannatà: 6
    Terzino sinistro, entrato a freddo, si vede, spaesato, lancia gli avversari anziché i compagni. Esterno alto, meglio, si ricorda che i gialli sono avversari e da una sua incursione, che lo porta al tiro, trema la traversa. Esterno di destra, sostituito a 5 minuti dalla fine.
    Diesel.
     
    Pisani: 6,5
    Esterno destro alto, è pungente come un'ape, sempre a proporsi chiamando palla come se fosse  al mercato, un delizioso assist che porta alla conclusione in porta.
    Incoraggiante.
     
    Minasi: 6,5
    Diligente come il compagno che sostituisce, terzino destro grintoso e serio.
    Conan.
     
    Cuzzucoli: 7
    Pochi minuti, ma quanta voglia per il nostro veterano. Lo vedi raddoppiare a centrocampo, saltare di testa, innescare azioni e concludere in porta.
    Invidia.
     
    Fabrizio: 6,5
    Debutto assoluto, pochi minuti, ma lo incoraggiano tutti e lui va di caviglie.
    Volenteroso.
     
    Dileo: 7
    La squadra è comunque quadrata in tutti i reparti. Sostituire Pezzo è una tegola pesante, ma conosce i limiti di ogni suo ragazzaccio. Sposta uomini e posizioni per trarre maggior vantaggio e creare  meno danni possibili. Ricomincia la partita a scacchi.
    Carlsen.
    Pubblicato in Partite

    Contatta il Presidente: +39 331 79 14 100

    Contatore visite

    Chi è on-line

    Abbiamo 57 visitatori e nessun utente online

    Mappa

    © 2017 Vigor Old Boys. All Rights Reserved. Designed By www.alexsitiweb.it - Photographer Emanuele Cannatà